E’ stata approvata la legge sul poker online in Portogallo

E’ notizia di qualche giorno fa che il Governo portoghese ha finalmente approvato una nuova proposta di legge atta a regolarizzare il mercato del gioco online su tutto il loro territorio.
Il Segretario di Stato Adolfo Mesquita Nunes ha dichiarato che manca soltanto l’approvazione dell’Assemblea nazionale ed il tutto dovrebbe entrare in vigore per la fine del 2014.
Dopo svariati anni di tira e molla nel quale sembrava che il governo volesse legalizzare il poker cash online  instaurando un monopolio controllato soltanto dalla Santa Casa da Misericordia ora con questo disegno di legge invece sarà creato un modello libero in stile italiano.
Tutto il nuovo mercato verrà controllato dall’autorità che già da tempo controlla il Ministero del Turismo, la Inspecção Geral de Jogos.
Tutte le società che si mostreranno interessate ad ottenere una licenza dovranno assicurare alcuni requisiti tecnici, amministrativi e finanziari.
Uno di questi requisiti sarà quello di essere locate e registrate nel paese e questo è considerato il punto cruciale dato che il governo esige che tutte le tasse vengano pagate nel loro paese ed anche perchè in questo modo potranno avere sempre sotto mano il pieno controllo di tutte le operazioni.
Per quanto riguarda la tassazione sembrerebbe che sarà simile a quella già applicata ai Casinò dal vivo e tutte le nuove entrate verranno utilizate per finanziare progetti sportivi e culturali.

Ancora in alto mare le nuove normative sul Bingo live

Nel nostro paese il bingo da inizio anno ha fatto registrare un incasso pari a 8 milioni di euro con una stima finale che arriverà quasi a 100 milioni di euro, questo sta a significare che avrà un declino del 23% in confronto al 2013 dove erano stati incassati 123 milioni di euro.

Le cose vanno in maniera diversa per quanto riguarda il bingo online, il settore online si mantiene stabile.
Tutti gli operatori del settore attendono con impazienza che venga introdotto il nuovo regime che fra i quali comprende il fatto che un concessionario non sia più obbligato a possedere una concessione per la gestione di una sala bingo live.
La nuova normativa doveva entrare in vigore nel gennaio di quest’anno ma ancora non se ne vede l’ombra.
Oltre questo la normativa comprende anche delle nuove specifiche riguardanti le piattaforme di gioco con un nuovo calcolo per la determinazione dei premi ed un ulteriore rafforzamento della tutele e vigilanza dei giocatori.
Intanto le quote di mercato dei singoli operatori mettono in risalto che il primo operatore in Italia è Tombola che è riuscito a superare Gd Bingo e Bwin.
Nei posti a seguire troviamo Lottomatica, Sisal Bingo e Activbe Games, sono cresciuti anche Bingo Yes e Giochi24.fonte aamsbingoonline.com